Turismo, Terme e Benessere

logo recoaroterme2015

Come arredare la casa in montagna

Come arredare la casa in montagna

La casa esprime l’essenza di chi la vive, per cui lo spirito con la quale la si arreda corrisponde necessariamente a quello di chi la ospita. Sapere come arredare casa significa far rivivere in ogni suo ambiente qualcosa che rispecchi il carattere dell’abitante.

Come arredare una casa piccola: luminosità e spazi intercambiabili in un ambiente montanaro

La zona giorno è necessariamente una parte della casa molto vissuta, quella nella quale si trascorre il maggior numero di ore della giornata. Proprio per questo è importante sapere come arredare una casa piccola, rendendo efficienti e funzionali tutti gli spazi e lasciando largo sfogo alla luminosità.
Quest’ultima dovrebbe essere per lo più naturale, resa accessibile da ampie finestre o porte-finestre coperte da tendaggi sottili e semitrasparenti che lascino filtrare la luce. Nel caso la luminosità naturale non sia delle migliori, si può optare per appliques da pareti, lampade da terra o lampade da mobile, che aiutino ad illuminare i vari angoli con un tocco di stile.
Gli spazi devono risultare abbastanza ampi da garantire la giusta comodità di spostamento, facendo sì che la zona giorno diventi una sorta di open-livening.

Intimità, calore ed accoglienza: come arredare una casa spendendo pochi soldi

Imparare come arredare casacon pochi soldi può, di questi tempi, essere di grande aiuto. La zona notte, ad esempio, costituisce un punto riservato agli ospiti ed esclusivamente vissuto da chi la vive. Ecco quindi che, facendo attenzione alle spese extra, la si deve trasformare in un ambiente confortevole ed accogliente, dove l’intimità dei luoghi resta un punto focale dell’intero arredamento.
Accanto ad un ampio e comodo letto matrimoniale è possibile aggiungere due comodini, utili a posizionare una lampada e pochi piccoli accessori. Sempre più spesso i comodini sono sostituiti da una lunga mensola da testiera che incornicia il letto, dando anche modo di diventare piano d’appoggio. I colori sono fondamentali, soprattutto perché devono esprimere calma e rilassatezza, senza mai perdere in calorosità..

Come arredare una casa di 60 mq con stile: un orientamento tra cultura e gusto

Non tutti possono disporre di ampie metrature, per cui diventa indispensabile capire come arredare una casa di 60 mq con gusto. Una volta considerate le regole di base, bisogna scegliere un filone stilistico da seguire.
Si potrà dunque optare per un arredo di tipo etnico-esotico, qualora l’abitante ami sentirsi costantemente immerso nell’atmosfera di un paese lontano ma adattato a sè, così come ci si potrà invece direzionare verso uno stile completamente diverso ed opposto, come quello classico.
Intarsi, colori scuri, mobili massicci ed attentamente lavorati nei dettagli renderanno l’arredamento anticheggiante e d’epoca, rievocando stili di un tempo.
Per evitare che l’intero arredamento rischi di diventare troppo pesante, sarà necessario spezzare la monotonia del monostile, utilizzando dettagli nuovi e moderni, in netta contrapposizione con il filone generale.
Altra scelta stilistica potrebbe invece direzionarsi su un arredamento molto moderno e d’avanguardia, con linee geometriche, colori che spaziano dal bianco al nero e superfici essenziali ma iperfunzionali. Qualunque sia la scelta di stile, l’arredamento deve sempre rimanere un riflesso del proprio gusto.

Come arredare casa in modo economico con i complementi d’arredo

I complementi d’arredo e gli accessori rappresentano, senza dubbio, il tocco finale di un arredamento.
Vengono infatti considerati come ultimo step che completa il lavoro d’insieme, dandogli maggior carattere definitivo.
Proprio per questo motivo sarà importante capire come arredare casa in modo economico ma con una precisa direzione stilistica, evitando di mescolare accessori e complementi in netta contrapposizione tra di loro, che potrebbero dare un risultato quasi chiassoso.
Di contro, sarà invece possibile distaccarsi dallo stile dell’arredamento generale, facendo in modo che tutti gli accessori diventino un tocco aggiuntivo degli ambienti.
Tendaggi, quadri, cuscini, soprammobili e lampadari dovranno dunque rappresentare una scelta quasi unidirezionale, nella quale si stabilirà una tendenza specifica di colori e modelli.
Bisognerebbe evitare, ad esempio, di utilizzare tendaggi molto elaborati dal sapore quasi retrò con quadri astratti e geometrici, eccessivamente moderni.
Per quanto concerne i colori, poi, bisogna stabilire un quadro d’insieme e giocare su una o due palette cromatiche.

Come arredare casa con l’aiuto professionale di un interior design

In merito alla questione colori, bisogna porre grande attenzione ed importanza per evitare tocchi pacchiani e dissonanti negli ambienti. Per non commettere errori, sarà buona norma affidarsi alla professionalità di un interior design, in grado di consigliare senza allontanarsi dai gusti e dalle preferenze del proprietario.
Si supponga di aver scelto un arredamento molto moderno ma caldo, con divani, libreria, scaffali e mobili sui colori del crema/caramello chiaro; in questo caso dei complementi d’arredo e degli accessori in ottimo abbinamento dovrebbero risultare diversi dalla palette cromatica scelta per l’arredo, ma comunque abbinabili.
Sì dunque ai colori del bianco, del nero, nel marrone terra bruciata, ma anche del bordeaux e del rosso scuro.