Turismo, Terme e Benessere

logo recoaroterme2015

Chiamata di Marzo a Recoaro Terme

OGNI 2 ANNI, UN'ANTICA TRADIZIONE CHE SI RINNOVA IN UNA SPETTACOLARE SFILATA

Nell'ultima domenica di Febbraio degli anni pari: una grande, originale e festosa manifestazione che vede sfilare per le vie della cittadina termale centinaia e centinaia di figuranti in costume, che in gruppi, a piedi o sui carri allestiti con ogni genere di scenografie, mettono in mostra una straordinaria serie di oggetti, attrezzi e testimonianze della civiltà e della tradizione "cimbra".

Festa dei Gnocchi con la Fioreta

In occasione della Festa dei Gnochi con la Fioretala, la gastronomia locale diventa manifestazione di riscoperta di sapori antichi e autentici: quando la Conca di Smeraldo si veste di colori, in collaborazione con i Malgari dei Ronchi (contrada del paese), saranno offerti gli gnocchi con la fioretta. Nelle vie del centro si potrà assaporare questo gustoso piatto in un'atmosfera ricca di musica, balli, allegria e con l'incoronazione di Miss Fioretta, la tosa pì fresca, pì alegra, pì simpatica.

Festa dell'Acqua

La Festa dell'Acqua a Recoaro Terme offre l'occasione di un tuffo nel passato per rivivere i fasti del termalismo di fine '800: nelle piazze, nei locali e per le strade si rivive quell'atmosfera speciale, grazie ad un allestimento e ad un'animazione ad hoc, con personaggi in costume, concertini, operette, mercatino, degustazione delle acque termali.

Festa e Rogo della Stria

La festa e il rogo della Stria si svolgono a Recoaro Terme ogni 6 gennaio con delle bellissime animazioni lungo le stradine del centro dove si esibiscono trampolieri, maghi e folletti. Vi è poi la gara di slitte in costume d'epoca che vede riavli le contrade di Recoaro ed a conclusione della festa il tradizionale falò dell'Epifania.

Rindolando torna puntualmente ogni anno ad annunciare Natale: il tipico mercatino di prodotti artigianali è divenuto ormai un tradizionale appuntamento per Recoaro Terme. Così come la rindola, ossia la corteccia dell'albero, raccoglie l'acqua che sgorga dalla sorgente e la riversa sui prati, così anche il suggestivo mercatino raccoglie il patrimonio artigianale della valle e lo fonde con l'attualità del presente.