Turismo, Terme e Benessere

logo recoaroterme2015

  • Home
  • Itinerari in montagna
CAMPOGROSSO : Il sentiero delle Mole

trekking TIPO DI ITINERARIO: TREKKING

Il sentiero delle Mole è un facile itinerario escursionistico, un'ottima alternativa alla strada che ci portal al rifugio Campogrosso aprtendo dal Rifugio La Guardia, interessante sia dal punto di vista storico che naturalistico: un'escursione alla scoperta della geologia e della storia del territorio recoarese.

CAMPOGROSSO: La Sisilla

trekking TIPO DI ITINERARIO: TREKKING

Sul Coston de la Sisilla canta un merlo innamorà... Breve e ripida salita alla cima che domina Campogrosso, dove sorge la statua della Madonna, che osserva l'amplissimo panorama sui colli e la pianura vicentina.

trekking TIPO DI ITINERARIO: TREKKING

Le Calcareniti di Castelgomberto costituiscono tutto il nucleo sommitale del Faedo-Casaron e comprendendo la zona dove appaiono più evidenti le morfologie carsiche. La formazione è caratterizzata da numerose litofacies e proprio sul Monte Faedo vengono riconosciute tutte quelle tipiche dell'Oligocene vicentino.

Buso della Rana

speleologia TIPO ITINERARIO: SPELEOLOGIA

Il maestoso Buso della Rana rappresenta la più estesa grotta italiana ad ingresso unico (l'estensione totale dello sviluppo in proiezione orizzontale raggiunge i 40 km, mentre il dislivello totale è all'incirca di 350 metri).

CAMPOGROSSO: CIMA BAFFELAN Via Soldà

arrampicata TIPO DI ITINERARIO: ARRAMPICATA

La via Soldà o del Pilastro NE è una classica del Monte Baffelan. Aperta nel 1928 dai fratelli Soldà segue un logico itinerario lungo lo spigolo NE. La via conta 6/8 tiri su roccia ottima: si possono logicamente accoppiare il quarto e il quinto tiro e il settimo e l'ottavo.

trekking TIPO DI ITINERARIO: TREKKING

Nel Miocene (circa 24-25-milioni di anni fa) si sfiorò la catastrofe ambientale: il Mare di Tetide subì un'intensa evaporazione e si ridusse a numerosi bacini sempre più salmastri e sempre più bassi di livello. Le aree emerse furono coperte da spesse coltri di finissima sabbia silicea per lo più di origine eolica, che cementata dal carbonato di calcio costituì una roccia detta arenaria.

Grotta della Poscola

speleologia TIPO ITINERARIO: SPELEOLOGIA

La grotta della Poscola è una cavità naturale con all’interno interessanti concrezioni calcaree. La più interessante, posta a 200 m. dall’ingresso è chiamata “il salice” ed è una complessa cascata di festoni zonati e translucidi gocciolanti sul sottostante ruscello. 

MONTE PASUBIO : Sentiero delle 52 Gallerie

trekking TIPO DI ITINERARIO: TREKKING

La strada delle 52 Gallerie fu costruita durante la prima guerra mondiale, più precisamente tra marzo e dicembre del 1917 dalla 33-esima compagnia minatori del quinto reggimento del genio.

trekking TIPO DI ITINERARIO: TREKKING

Il tipo di roccia che caratterizza il sito delle Fosse è la marna: essa è costituita da un 50% di calcare (sedimento prevalentemente di origine marina) e un 50% di argilla (dilavamento della roccia vulcanica - basalto).
Moltissimi sono i fossili vegetali sia di origine continentale che marina ritrovati nel sito delle Fosse; alcuni esemplari sono degli olotipi, cioè i primi ritrovamenti assoluti al mondo di una determinata specie.